sabato 7 gennaio 2012

TRIUMPH TIGER 1200 - HONDA CROSSTOURER

BUON ANNO A TUTTI!

Iniziamo l'anno con una piccola comparativa data dalle due nuove nate di casa Tryumph e Honda.
Notate nulla?
Guardatele bene, che vi ricorda?
Si proprio quella...
Iniziamo!
Le case costruttrici stanno sempre di più cercando di alzare le cilindrate per poter accontentare tutti quei clienti alla ricerca del confort e potenza, creando quelle che ora mai io chiamo i SUV a due ruote.
Dopo i continui aggiornamenti dati alla più venduta moto Bavarese, una Ducati Multi che  impazza, Honda  incalzata dagli appasionati  che reclamano il ritorno in chiave moderna della mitica Africa TW, questo causa anche di un grande ritorno dalla Yamaha della sua SUPER TENERE 1200,questa lancia sul mercato un riassunto di tutta la concorrenza attuale nel segmento maxi enduro.
Honda ci propone il suo CROSSTOURER copia in chiave "manga" della BMW, con soluzioni tecniche all'avanguardia.
Il progetto deriva dalla VFR, alzato da terra con un bel mono e  una bella forcella telescopica di maggior escursione, con una rivisitazione alla potenza diminuita di 50cv.
Trasmissione cardanica, ruota anteriore da 19, molta elettronica, un bel motore ad iniezione  V4, cilindrata di 1237c.c con una potenza di 129cv.
Il motore come tutti i bicilindrici a V di casa Honda sarà sornione e delicato, mantenendo la sua firma classica sui bassi dando quel senso di pienezza a tutti i regimi, mettendo a suo agio anche  il neofita.
Le doti dinamiche ci sono tutte, bilanciamento, potenza, coppia, cambio, capacità di carico e per certi versi pure carina, al prezzo di 15200€ al peso di 285kg.
Qui il link della comparativa  tratta dal sito Honda SCHEDE TECNICHE VFR VS CROSSTOURER
La nostra cara Tryumph,  non poteva astenersi da questa fetta di mercato
Come già accennato nella mia prova  fatta con la versione minore di TRYUMPH XC 800, la casa inglese ci propone la sua versione massiccia in chiave EDV.
La moto nasce dalla stessa configurazione di telaio dell'800, motore tre cilindri, cilindrata di 1215cc con una potenza di 137cv, molto cattivo, come Tryumph ha abituato tutti i suoi clienti amanti del tre cilindri.
Anche l'Inglese adopera alimentazione  Drive by wire fuel Inejtion come Ducati multistrada, trasmissione mono braccio cardanica.
Entrambe montano serbatoi da 20 e 21.5litri, entrambe hanno forcelle rovesciate da 46/43mm, entrambe montano ruote da 19 all'anteriore e da 17 al post con gomme da 150/70 e 110/80 con dischi freno ant doppio disco da 310 e post 280
Tutte le due moto sono provviste di prese supplementari e il dispositivo ABS, manopole riscaldate e tutte le informazioni di viaggio date dal quadro strumenti, analogico/digitale, comprese le ultime tecnologie in materia di anti pattinamento ecc.ecc, qui il link SCHEDA TECNICA TIGER 1200
Solo Honda si differenzia dalla inglese per una marcia in più, o meglio una frizione sequenziale automatica, per tutto il resto di meccanico nulla che tutti noi non abbiamo già visto,  eccetto le loro discutibili forme.
 Prezzo della Inglese in linea con la concorrente nipponica al peso di 259kg.

Questo post non è stato scritto per dare dei giudizi in merito alle due nuove arrivate, ma per far riflettere. Tanto che queste due moto hanno sollevato dei dubbi pure a me che l'ho scritto, ve li metto in fila:

  1. BMW al prezzo di  15000c.a
  2. Tryumph stessa cifra +/-
  3.  Honda a  €15200
  4.  Ducati Multistrada  €15500 c.a
  5.  Yamaha Super Tènènerè 1200 a  €15.000
  6. MA CHE MOTO CI COMPRIAMO?  Scherzo!
Ma Aprilia, dov'è? Si è persa? Non doveva fare la nuova Capo Nord? Che sia questa?




Al prossimo post!



Posta un commento